Sito dinamico, gli elementi per personalizzarlo

No alla staticità: un sito web attrattivo, che funziona e che coinvolge l'utente è assolutamente un sito dinamico. Perché il visitatore del sito web non abbandoni in fretta il portale che sta visitando deve essere portato a compiere delle azioni, deve essere interessato e, quasi, affascinato dal sito che sta guardando. 

Ma come si può rendere un sito dinamico e interattivo? 

Per prima cosa occorre partire da una visione: il sito deve rispondere al bisogno dell'utente, offrirgli la soluzione più adeguata alla sua esigenza e, pertanto, deve essere progettato con questa finalità.

BANNER PERSONALIZZATO 

Un primo trucco di personalizzazione di un sito può essere il semplice ma "sempre-verde" banner con offerte personalizzate, un vero e proprio esempio di marketing esplicito e puramente commerciale. Per rendere il banner più gradevole si può scegliere di personalizzarlo con contenuti attrattivi e dinamici. 

FORM DI CONTATTO PERSONALIZZATO 

Un ulteriore elemento di personalizzazione è il form, da mostrare tramite side bar, pop-up o iframe, che invitando l'utente all'azione, ossia quella della registrazione, ci dà il vantaggio di generare un nuovo lead. Scegliere di mostrare il form in maniera dinamica, e quindi per esempio per mezzo del pop-up, significa non "annoiare" gli utenti già fidelizzati (e profilati) con le varie voci da compilare ma mostrarlo solo ai nuovi visitatori del sito. Un metodo, insomma, capace di colpire nel segno senza creare stasi o far allontanare gli internauti.

POP IN USCITA

Interagire con un nuovo visitatore può voler dire anche mostrargli un altro tipo di pop-up, quello in uscita. Si tratta, quindi, di un messaggio proposto quando l'utente sta abbandonando il sito e, proprio per questa ragione, deve essere quanto più personalizzato possibile. È la nostra carta per "convincere" il nostro visitatore a non lasciarci e, perché no, ad effettuare un acquisto. 

CAMPAGNE DI UP-SELLING E CROSS-SELLING 

Fondamentale per un sito e-commerce dinamico e che raggiunga il suo obiettivo, cioè incrementare le vendite, sono le campagne di up-selling e cross-selling

Suggerire al visitatore i prodotti più venduti significa spingerlo verso una determinata direzione: sappiamo che ha già acquistato o scelto di farlo e gli proponiamo una versione più ricca del prodotto che interessa. Anche in questo caso l'operazione di marketing deve essere mirata, anche solo per mezzo di un banner, e rivolgersi a chi è realmente interessato. 

Diverso, invece, il caso delle campagne di cross-selling, il cui fine è incrementare le vendite proponendo all'utente prodotti analoghi o complementari rispetto a quello visionato. Non bisogna solo limitarsi a proporre al cliente un nuovo prodotto, ma farlo offrendogli un beneficio ancora maggiore o un vantaggio imperdibile.

Un sito di e-commerce, assieme alle giuste strategie di marketing, deve puntare ad agevolare il cliente nell'acquisto dei prodotti in vendita, a mostrargli la varietà del catalogo, a rendere chiari prezzi e caratteristiche e a "passare dalla cassa" con estrema facilità e sicurezza. 

Ti aiutiamo a sviluppare il tuo e-commerce! Contattaci adesso

Scopri in che modo possiamo rendere il tuo business online più competitivo e migliorare le tue performances di vendita, contattaci adesso e ti presenteremo tutti i dettagli della nostra soluzione di e-commerce integrata costruita su misura per te.