Schede prodotto per l'e-Commerce

La scheda prodotto è un po' il bigliettino da visita di qualsiasi e-commerce. Un elemento spesso sottovalutato che occorre sviluppare in modo specifico, ritagliandolo sulla categoria di prodotto e ponendosi alcune domande.Chi è il cliente finale ? Qual è la sua psicologia? Quali sono le dinamiche d'acquisto in quel settore di mercato? Avremo ovviamente risposte diverse ed uno spartiacque principale, costituito dalle macro categorie: e-commerce B2B o B2C. 

Nel B2B chi vende, sa già cosa vendere e a chi, e chi acquista sa già cosa comprare. Il processo decisionale è molto veloce e fatto a monte. La scheda prodotto e-commerce si adatta a questo processo e alla quantità di informazioni necessarie, risultando più scarna, lineare e quantitativa.Ciononostante, se da un lato deve essere semplice ed efficace per agevolare l'immissione ordini dei rivenditori, dall'altro questi ultimi, essendo a contatto con il cliente finale, devono poter argomentare le caratteristiche del prodotto, rispondere esaurientemente a dubbi e domande, supportando il cliente nella scelta d'acquisto con competenza e precisione.Il B2B quindi deve quindi predisporsi per fornire ogni approfondimento commerciale e tecnico per essere di supporto alla filiera. Ne guadagnerà in fidelizzazione e qualità degli ordini ricevuti dai clienti.

Nel B2C la cosa si fa più complessa. Negli e-commerce B2C il suo appeal deve essere tale da convincere il cliente all'azione. È la qualità della presentazione del prodotto che sopperisce alla capacità di un commesso venditore di essere convincente e coinvolgente. Il cliente deve poter ?toccare virtualmente? l'articolo,  perciò deve essere data la massima attenzione ad utilizzare immagini grandi e di qualità, zoomabili, con una galleria di varianti, con l'aggiunta dei suggerimenti di ulteriori articoli papabili per il cliente all'interno della stessa categoria.

Il trend attuale nei siti e-commerce è quello di immagini calate sempre più in un contesto reale, supportate sempre di più dall'utilizzo dei video. In questo modo il processo decisionale è facilitato, si passano ulteriori informazioni, utili a diversi livelli, raggiungendo l'effetto non secondario di conquistare la fiducia del cliente (si pensi alle info di uso, montaggio, alla rispondenza del prodotto a determinate normative etc ).Una foto del prodotto piccola e di bassa qualità significa abbandono della pagina anche quando il prezzo è allettante.

A dare concretezza all'azione concorrono soprattutto le descrizioni del prodotto. Sono un altro elemento cruciale che purtroppo riceve scarsa attenzione.Non dovrebbero mai essere un copia e incolla delle descrizioni del produttore, che risultano fredde, prolisse e noiose. Ci si dovrebbe invece sforzare di costruire una sintesi dettagliata esaustiva e utile, e di farlo con il linguaggio che si aspetta il nostro cliente. Semplice diretto e sensoriale quando si tratti di evidenziare le caratteristiche del prodotto.

Aggiornamento continuo: le schede prodotto devono essere sempre aggiornate con le informazioni reperibili dai nuovi cataloghi e con le disponibilità a magazzino. Se il prodotto è finito, il cliente finale lo deve sapere subito non quando sta inserendo i dati della carta di credito. E' utile segnalare quando il prodotto torna disponibile. Se il prodotto fa parte di una promozione è preferibile indicare anche la percentuale di sconto non solo il prezzo di listino e d il prezzo scontato. Nella scheda prodotto, sempre che si sia attrezzati con un Customer Service efficiente è bene inserire, oltre al numero telefonico da chiamare anche i collegamento alla live chat, che risulta uno strumento sempre più apprezzato dai consumatori, per l'immediatezza del contatto e delle informazioni.