"Smart and start": riapre il bando del GAL Trulli e Barsento

Si riapre il bando "Smart and Start" del Gal Trulli e Barsento, dedicato a nuove attività o all'ampliamento di attività già esistenti. Come specificato nello stesso bando, tra le molte attività a cui il bando si rivolge sono promossi gli e-commerce e le piattaforme tecnologiche (ICT).

I beneficiari dei finanziamenti (fino al 50% a fondo perduto e con un premio di partenza di 10.000 euro erogato subito e da non rendicontare) sono i territori rurali e costieri di Alberobello, Castellana Grotte, Gioia del Colle, Monopoli, Noci, Putignano, Sammichele di Bari e Turi, ossia i Comuni dell'area GAL.  


COME ACCEDERE ALLA DOMANDA 

Per accedere alla domanda occorre rivolgersi ad un professionista abilitato alla piattaforma SIAN (commercialisti o agronomi). È possibile accedere a due interventi contemporaneamente: "INTERVENTO 1.1 - Aiuto all'avviamento di imprese", un premio immediato di 10mila euro, e l'"INTERVENTO 1.2 - Sostegno agli investimenti" un finanziamento che va da un minimo di 30.000 ad un massimo di 70.000 euro.

Il 50% del finanziamento è a fondo perduto. Alla presentazione delle fatture di spesa emesse, il Gal restituisce il 50% dell'imponibile della fattura. 

SETTORI FINANZIABILI

I settori finanziabili indicati nel bando sono: 

  • attività commerciali al dettaglio specializzate nella vendita di prodotti agricoli e agroalimentari tipici (non ricompresi nell'Allegato 1 del trattato), e-commerce (tutti);
  • servizi TIC (tecnologie dell?informazione e della comunicazione) attraverso lo sviluppo di software e servizi digitali in grado di migliorare l'utilizzo delle TIC nelle imprese e nelle famiglie rurali, servizi di web marketing; 
  • servizi di base per la popolazione locale e/o finalizzate a collegare l?accesso ai diritti universali e alla salute;
  • attività di turismo rurale o attività legate allo sviluppo economico del territorio, fornitura di servizi turistici, trasporto, ecc;
  • attività di artigianato innovativo finalizzate ad innovare usi, materiali e prodotti anche di riciclo;


COME UTILIZZARE I FINANZIAMENTI

L'intervento 1.1 è un aiuto forfettario di 10mila euro, aiuta ad avere liquidità immediata e non va rendicontato. L'intervento 1.2, invece, prevede che le somme finanziate siano spese per:

  • acquisto di hardware e software inerenti o necessari all'attività;
  • acquisto di nuovi impianti, macchinari, attrezzature e forniture per lo svolgimento delle attività strettamente funzionali all'attività;
  • spese per ristrutturazione e/o adeguamento di immobili strettamente funzionali all'attività;
  • arredi strettamente funzionali all'attività;
  • sono inoltre ammissibili le spese generali, fino ad un massimo 12% della spesa ammessa a finanziamento sostenuta e rendicontata. (cfr. Art. 45 par. 2 lettera c  - del Reg. (UE) n. 1305/2013.)

La domanda dovrà allegare sempre, per ogni voce di preventivo di spesa, tre preventivi forniti da tre fornitori differenti ed in concorrenza, comparabili e competitivi rispetto ai prezzi di mercato. Le attrezzature acquistate dovranno essere mantenute per cinque anni.

Deadline delle presentazioni della domanda: 18/12/2020.


Qui il bando completo.


Hai bisogno di un supporto per presentare la tua domanda al bando? Contattaci, sapremo rispondere alle tue domande. 

Hai necessità di un partner tecnologico per la realizzazione del tuo e-commerce e di servizi tecnologici? Contattaci adesso, ti presenteremo tutti i dettagli della nostra soluzione di e-commerce integrata costruita su misura per te.