Tutti i numeri dell'e-commerce italiano raccolti da idealo

Quali sono le principali esigenze e i desideri che spingono gli italiani ad acquistare online? È principalmente a questo interrogativo che vuole rispondere il report realizzato da idealo, il comparatore di prezzi tedesco. L'analisi, che fornisce un quadro completo e aggiornato del commercio digitale oggi in Italia, parte da un'indagine demografica che ha coinvolto oltre 1000 consumatori digitali italiani.

Si è rilevato che il 76% degli acquirenti digitali italiani effettua, in media, almeno un acquisto online al mese, un valore leggermente inferiore a quello di un sondaggio analogo commissionato da idealo nel 2017. L'interesse degli acquirenti italiani riguarda, in particolare, categorie merceologiche come l'elettronica, moda e calzature e le sneakers. A seguire troviamo i videogiochi e i giocattoli insieme a tutto quanto è necessario per i più piccoli. Grande rilevanza hanno i prodotti per la cura del corpo così come il design e l'arredamento domestico.

L'e-consumer è, prevalentemente, di sesso maschile e, nel nostro paese, il 27% è rappresentato da un uomo tra i 35 e i 44 anni. I dati di idealo mostrano, però, come Emilia-Romagna, Puglia, Sicilia, Calabria e Basilicata siano le regioni italiane dove gli under-44 costituiscono la fetta più importante dei consumatori digitali.

Lo strumento principale utilizzato è lo smartphone, mentre il sistema operativo che la fa da padrone è Android, seguito da Ios. 

Dal punto di vista della produzione/vendita si è notato come i piccoli negozi fisici, aprendosi al mercato digitale, riescono a mettere in difficoltà le grandi aziende dell'e-commerce multinazionale. Quasi il 50% di queste piccole realtà è, infatti, in grado di proporre un prezzo migliore o, quantomeno, competitivo al pari dei big player. 

Da migliorare i numeri rispetto all'internazionalizzazione delle realtà italiane: solo il 22% degli e-shop italiani vende attualmente anche al di fuori dei confini nazionali. Una grande opportunità, quindi, da incentivare e sfruttare se pensiamo a quanti e quali valori porta con sé il "Made in Italy". Secondo le stime di Idealo la categoria merceologica che promette di aumentare il suo fatturato digitale nei prossimi anni è il food and beverage. 

Per conoscere tutti i numeri e i dettagli del "Report annuale sull'e-commerce italiano" ad opera di idealo basta cliccare qui