User Experience Design: cos'è e perché è così importante?

Evitare che chi visita il sito si perda tra le categorie, non trovi la barra di menù, non finalizzi l'acquisto a causa di un processo online macchinoso e lento. È a tutto questo e tanto altro che si riferisce la User Experience Design (UXD), l'insieme di quei processi che mirano ad aumentare la soddisfazione di chi si trova a navigare in un Sito Web, in un Blog o in un E-Commerce.

Si tratta, quindi, di offrire all'utente la migliore esperienza emozionale possibile sul sito o app, considerando sempre il perché, il come e l'utilizzo del prodotto.

Rispondere al come significa davvero essere in grado di creare delle esperienze significative, emozionali e che si fanno ricordare. Appare evidente ovviamente, che per un prodotto di successo, alla base ci deve essere una conoscenza approfondita e consapevole del target del sito o dell'app.  

Ma quali sono i criteri da rispettare perché l'esperienza di chi visita il nostro sito sia funzionale e, allo stesso tempo, piacevole? 

Funzionalità e usabilità: è sicuramente il primo aspetto a cui dare importanza. Il sito o app deve funzionare senza problemi, downgrade o tempi di caricamento lunghi. L'utente deve facilmente navigare tra le pagine del sito, fare acquisti agevolmente, ricercare ed ottenere informazioni utili e chiare, nel minor tempo possibile. La struttura e la disposizione delle funzioni devono essere intuitive e logiche. Diversamente l'alternativa (leggasi, un competitor meglio organizzato) è dietro l'angolo. 

Utilità e divertimento: il sito o l'app deve ovviamente rispondere ai desideri o bisogni dell'utente anche in termini di contenuti, dai prodotti alle informazioni sul proprio brand. L'obiettivo è offrire quello che l'utente sta cercando, mantenendo alta la sua attenzione, catturandolo e coinvolgendolo con elementi strettamente relazionati ai suoi bisogni e quindi alle sue ricerche. Un elemento importante, spesso sottovaluto, è quello delle call to action, bottoni di chiamata all'azione, che devono invitare l'utente a rimanere sul nostro sito e a non abbandonarlo. Devono essere chiare, concise e posizionate in modo oculato, senza strafare, creandone a decine per ogni pagina, o al contrario nasconderle alla vista. 

Pensiamo ad esempio ai blog o agli approfondimenti inseriti nelle schede di prodotto, utili a migliorare l'esperienza dell'utente e ad aggiungere valore alla proposta della marca. O alla struttura dei menù, delle categorie e ai processi di ricerca di sezioni specifiche nei siti. Tutti questi elementi sono parte integrante di un processo di progettazione UX design volto al raggiungimento di obiettivi di crescita organica e strutturale. 

Bellezza del design: troppe informazioni e un web design poco innovativo fanno scappare in un istante i potenziali clienti dal sito. Appare quindi importante non solo progettare un sito web efficace in tutte le sue funzioni, ma anche accattivante per il target che vogliamo raggiungere. Largo spazio, quindi, alla scelta di immagini, caratteri, colori e sfondi coerenti con la propria comunicazione, i propri valori e gli obiettivi del brand. Evitare la discontinuità di stile con elementi che stridono è fondamentale, per migliorare le performance e offrire un servizio di qualità agli utenti. 

Progettare User Experience design significa essere tecnici esperti, abili marketer e grafici e, perché no, anche un po' psicologi. 

Non solo: bisogna sempre essere pronti a mettersi in discussione, in quanto l'obiettivo di un UX design efficace è quello di fornire al proprio target la migliore esperienza possibile, in ogni momento e su ogni dispositivo.  Tradotto in altri termini, questo vuol dire che il nostro sito, app o software va modificato e migliorato continuamente per stare al passo con le novità del momento, del proprio mercato di riferimento o dello stesso pubblico di destinazione.